Archivi per la categoria ‘Rubicone’

XXVI° fiera del formaggio di Fossa di Sogliano

XXVI° fiera del formaggio di Fossa di SoglianoIl formaggio di fossa è il simbolo della gastronomia di Sogliano sul Rubicone, il prodotto che più lo fa conoscere e apprezzare nel campo della gastronomia di qualità. Nel 2009 ha ottenuto il marchio Dop con la denominazione “Formaggio di fossa di Sogliano Dop”.
Il processo che è necessario per ottenerlo è lungo e laborioso. In conformità con il rigido disciplinare di produzione, il formaggio di partenza, già parzialmente stagionato, deve provenire esclusivamente da latte ovino, vaccino o misto di alta qualità, proveniente dagli allevamenti dei territori collinari e montani delle Marche e della Romagna.
Le forme vengono deposte in antiche fosse a forma di fiasco, scavate nella roccia arenaria per una profondità di circa tre metri. Questa tradizione nacque e si consolidò in epoca medievale: i contadini soglianesi, alla fine della primavera, venivano dalla campagna in paese per affidare i loro formaggi agli infossatori, affinché li conservassero durante l’estate  e li proteggessero dalle razzie delle guerre; in novembre tornavano poi a ritirare le forme, e in questa maniera, potevano far fronte alla ristrettezze e alle difficoltà che presentava l’inverno.
Il formaggio che si ottiene con questo procedimento, oltre a presentare un gusto e un aroma inconfondibili, risulta avere, come documentano diversi studi in proposito, caratteristiche nutritive particolari e fuori dal comune, come la maggiore digeribilità, determinata dall’ azione di particolari enzimi, la presenza di acidi grassi a catena corta e la totale assenza di germi patogeni.
A Sogliano sul Rubicone, si terrà nei giorni 20 e 21, 27 e 28 novembre,  e il 5 dicembre, la XXXVI° fiera del formaggio di fossa. In questo modo Sogliano sul Rubicone, festeggia e celebra il suo prodotto gastronomico più conosciuto; è anche una maniera per celebrare il paese dell’alta valle del Rubicone e il territorio circostante.
In occasione della fiera si organizzano anche numerosi manifestazioni di supporto alla fiera stessa, come spettacoli teatrali, musicali e ricreativi, convegni riguardanti l’alimentazione oppure di carattere storico-culturale, con la presenza di stand di prodotti tipici provenienti da diverse zone d’Italia, con degustazioni di vini e formaggi.
Nel corso della Fiera è possibile acquistare e degustare non solo il celebre formaggio di fossa, il fiore all’occhiello della gastronomia soglianese, ma anche altri tipici prodotti soglianesi, coma salumi vari, tra cui il Cosciatello, il Savor, che è una marmellata composta da diverse qualità di frutta e di semi oleosi, la saba, che è un dolcissimo mosto bollito, poi vino, miele e olio. Ci sarà come tutti gli anni lo stand dove sono in mostra le teglie in argilla di Montetiffi, ideali per cuocere la piadina romagnola.

Il senso di appartenenza

Il senso di appartenenzaNon è vero che i giovani rifuggono dai balli popolari, come il liscio per esempio, considerate come cose obsolete, dei tempi che furono, per optare soltanto per le discoteche di Riccione e Rimini. anzi, c’è una riscoperta  da parte dei giovani di un senso di appartenenza alle proprie radici che si manifesta apprezzando la musica popolare della terra d’origine.

Lo scenario dove si è verificato il fatto è il ristorante dancing Le Felloniche, dove ogni mercoledì della stagione estiva, si tengono delle feste organizzate per i ragazzi della zona. Qui si svolge da due anni a questa parte, la manifestazione Afro FelloniKe pensata e organizzata come luogo e momento di aggregazione per i giovani di Savignano e della valle del Rubicone.

Ogni anno partecipano a questa manifestazione centinaia di ragazzi, in un bel clima di pace, amore, convivenza e divertimento. Il fatto che la feste si concludano con Romagna mia e l’inno di Mameli, significa che tra i più giovani è ancora forte il senso di appartenenza alla Romagna e all’Italia. Questa cosa è stata una sorpresa positiva per tutti.

Sagre
Search
Pagine
Recent Comments