Archivi per la categoria ‘San Marino’

Neve e maltempo: chiuse a Rimini tutte le scuole

Il maltempo che imperversa da parecchi giorni a Rimini e in Romagna,  costringe alla chiusura tutte le scuole del comune di Rimini, di ogni ordine e di ogni grado. Saranno sospese per l’intera giornata di domani, martedì 7 febbraio, le attività scolastiche di tutte le scuole presenti sul territorio comunale, di ogni ordine e grado. Il sindaco di Rimini, Andrea Gnassi, ha infatti firmato un’ordinanza urgente, perchè dettata dalla gravità della situazione, insomma dalla contingenza, con cui nella giornata di martedì 7 febbraio vengono sospese le attività di tutte le scuole presenti sul territorio riminese. Si tratta di una disposizione che è stata presa dal fatto che le nevicate, specie quelle che si sono verificate nella zona collinare ma anche a mare della statale 16 sono riprese. Le previsioni meterologiche prevedono una nuova intensificazione delle precipitazioni nevose durante l’intero arco della giornata ei il pericolo, specie nelle ore notturne, per la pubblica incolumità, causato dall’abbassamento delle temperature, con la conseguente formazione di ghiaccio sulla viabilità del territorio comunale.

L’aeroporto Fellini è internazionale

L’ aeroporto Federico Fellini  di Rimini, è diventato ufficialmente lo scalo  internazionale della Rsm. In sintesi è stato ratificato e di conseguenza entra ufficialmente in vigore l’accordo firmato nel 1990 fra l’ Italia e la Rsm, con reciproca soddisfazione delle parti in causa.  In conseguenza di questo fatto, si apriranno numerose prospettive per l’ ‘antica repubblica del Titano, a partire dalla concreta possibilità di costituire una propria compagnia di bandiera. Il governo sammarinese poi valuterà se esiste la possibilità concreta di modificare la quota azionaria di partecipazione in Aeradria, la società di gestione dello scalo riminese. Dunque per S. Marino, si apre l’ opportunità, d’intesa con le autorità italiane, di sviluppare proprie linee internazionali, attivare compagnie aeree proprie,  effettuare operazioni doganali, nel rispetto delle disposizioni comunitarie. Il protocollo, che resta subordinato alla vigenza dell’accordo del 1990, avrà in ogni caso, una durata quarantennale e potrà anche essere prorogato automaticamente di dieci anni in dieci anni. L’articolo 6 del protocollo contempla lo strumento delle consultazioni bilaterali, da attivarsi mediante la convocazione di un apposito gruppo di lavoro di cui San Marino provvederà a richiedere a breve la convocazione.

Gatti, l’inossidabile della politica Sammarinese

Il problema del rinnovamento della classe dirigente non tocca solo l’ Italia, ‘ma anche la vicina Repubblica di San Marino. Anche qui, come del resto in Italia, il problema del cambiamento della  classe dirigente è un tema attuale, di stringente attualità e come in Italia è un processo lungo e faticoso che stenta ad affermarsi in maniera compiuta. Gabriele Gatti, un inossidabile della politica sammarinese, un politico di lungo corso, ex segretario alle finanze in questa legislatura, è stato nominato capitano reggente della Rsm per il prossimo semestre. Farà coppia conMatteo Fiorini, che è stato nominato da Ap, che fa parte anch’essa della coalizione il “Patto per San Marino”, che governa attualmente la Repubblica del Titano. A nulla sono valse le pressioni dello Stato Italiano, tramite messaggi diplomatici, che avrebbe valutato la nomina di Gabriele Gatti come il ritorno sulla Rsm della vecchia politica, a dispetto della dichiarata volontà di San Marino di imboccare una nuova strada.  Insomma, secondo l’Italia, la nomina di Gatti non aiuterebbe la normalizzazione dei rapporti fra l’ Italia e San Marino. E a nulla è valso anche il doppio sit-in sul Pianello dei cittadini sammarinesi che per ben due giorni consecutivi hanno manifestato davanti a  palazzo Pubblico al grido, come recita un noto detto “romanesco”,   “Non c’è trippa pè Gatti”. Si è  trattato di una manifestazione pacifica, che se martedì  aveva portato in piazza un centinaio di persone,  ieri  non ha visto che un drappello sparuto di persone, ma molto significativo, da tuti i punti di vista,  perchè è stato organizzato in concomitanza del passaggio del corteo reggenziale, con i turisti che approfittavano per fare una foto ricordo. Nonostante la presenza di un gruppo  non numeroso di persone, la manifestazione ha avuto una buona visibilità. Insomma la politica a San Marino sembra un riassunto o la fotocopia sbiadita, di quello che succede in Italia.

FBI e San Marino

FBI e San MarinoSan Marino è sempre nell’occhio del ciclone, per quanto concerne le questioni finanziarie  e il suo sistema bancario. L’ Ocse ha inserito la repubblica del Titano nella black list, la cosidetta lista nera lista nera dei 41 paesi al mondo che vengono considerati  dei paradisi fiscali. Di San Marino e del suo sitema bancario si sta interessando perfino l’ FBI, il Federal Bureau Investigation degli Stati  Uniti d’America, che ha inviato la richiesta di rogatoria a san Marino per rintracciare del denaro che permettebbe di risalire alla persona di David Brooks, 56enne di New York, fondatore e amministratore delegato della DHB industries Inc, azienda leader nelle forniture dell’esercito e alle forze di polizia degli Stati Uniti. Sono state inviate nel 2009 al tribunale di San Marino 212 rogatorie internazionali che sono state tutte regolarmente evase, anche quelle che sono arrivate dagli Usa come risulta dalla relazione annuale sullo stato della giustizia a San Marino.

L’ Fbi, in sintesi si è rivolta per chiedere una collaborazione giudiziaria alla magistratura sammarinese per rintracciare le somme di denaro che tenendo conto dell’ipotesi accusatoria formulata dallo stato di New York, Brooks avrebbe  sottratto agli investitori e soci delle DHB industries inc. L’azienda di Brooks è famosa per aver venduto all’esercito americano impegnato in Iraq e in Afganistan, un modello originale di resistente giubbotto antiproiettile di un materiale nuovo, il teflon, è indagato dall’ Fbi  e dalla magistratura statunitense per insider trading, frode, ostacolo alla giustizia ed evasione fiscale. David H Brooks, stando all’ impianto accusatorio della magistratura americana, avrebbe intascato, tramite un complesso sistema di frodi finanziarie, che poggiava sulla falsificazione di informazioni relative all’andamento dell’azienda, oltre 146 milioni di euro.

La vita rovinata da un bicchiere

La vita di una persona e il bicchiere. Questo purtroppo a volte è un connubio mortale per quanto riguarda la sicurezza sulle strade. “Non buttare la tua vita per un bicchiere” è lo slogan che farà da filo conduttore alla campagna organizzata dalla provincia di Rimini e dalla segreteria alle politiche giovanili di San Marino per combattere la piaga della guida in stato di ebbrezza o sotto l’ effetto delle droghe.

Nei ristoranti del Titano e nei pub della Riviera verranno distribuiti 10.000 sottobicchieri e 5.000 etiltest, che gli automobilisti potranno utilizzare per capire quando è il caso o meno di mettersi al volante. Questa campagna cade a fagiolo, nasce proprio in concomitanza con l’entrata in vigore del nuovo codice della strada. L ‘obiettivo della campagna è di salvare vite umane e i punti sulla patente.

Secondo Romeo Morri, segretario sammarinese alle politiche giovanili oltre l’opera di repressione messa in campo dalla forze dell’ordine che è pure necessaria, è importante creare una cultura e un’opera di prevenzione, soprattutto fra i più giovani, per far capire loro i danni che può procurare l’alcool nel campo della sicurezza stradale. L’obiettivo della campagna “Non buttare la tua vita nel bicchiere”, è proprio quello di spiegare gli enormi costi umani e sociali di questa piaga. L’etil- test, che sarà distribuito, è un semplice tampone che tenuto in bocca per una decina di secondi si colorerà in diverse tonalità di verde per capire se è il caso o meno di mettersi alla guida.

Sagre
Search
Pagine
Recent Comments