Archivio di luglio 2010

Virginia Agnelli

L’offerta turistica dell’estate di Bellaria è variegata e poliedrica, non solo spiaggia, anche per quanto riguarda l’aspetto culturale, grazie anche alla rassegna Sottosale, curata dal giornalista e parlamentare Gian Carlo Mazzuca. Questa sera, nel parco  culturale della Casa Rossa di Alfredo Panzini, si discetterà del libro, “Virginia Agnelli,  madre e farfalla”, edizioni Minerva. Saranno presenti gli autori Gabriella Mecucci e Marina Ripa di Meana che per l’occasione sarà accompagnata dal marito Carlo Ripa di Meana.

Attraverso il racconto leggero e frizzante di una principessa che sposò Edoardo Agnelli, da cui ebbe sette figli, fra cui Gianni e Susanna, si può risalire alla storia di una dinastia industriale come gli Agnelli, è più in generale al  periodo antecedente la seconda guerra mondiale.

Le cronache del tempo riportano di una principessa Virginia Agnelli bellissima, trasgressiva, intelligente, coraggiosa, figlia di un principe della nobiltà nera e di una americana. Ebbe una vita drammatica e scandalosa, tant’è vero che la sua biografia è stata occultata con tenacia dalla famiglia, allo scopo di sminuirne la fortisissma personalità. Fu però anche una donna affascinante e decisiva nella formazione dei figli, di cui il più famoso era  Gianni, che teneva nella camera da letto soltanto la sua foto.

L’autrice del libro Maria Ripa di Meana è una garanzia per quel che riguarda la conoscenza approfondita di certi personaggi che hanno fatto la storia anche del gossip del nostro paese, in tutte le epoche storiche.

Soldi per la Valmarecchia

Finalmente qualcosa di concreto si comincia a delineare, per quel che riguarda, anche dal punto di vista delle risorse finanziarie, la situazione della Valmarecchia, che consentirebbero di completare il passaggio amministrativo dei sette comuni della Valmarecchia passati sotto la provincia di Rimini.

Sono in arrivo 2 milioni di euro dal governo, in sostanza si tratta di un fondo a favore dei 7 comuni della Valmarecchia che servono, come abbiamo detto prima, per completare l’iter amministrativo. I tempi dei trasferimento della somma, saranno abbastanza brevi. A settembre, dovrebbe essere pronto il provvedimento di spesa e quindi arriveranno soldi freschi nella casse dei 7 comuni.

I soldi per i sette comuni assumerebbero l’importanza della biblica manna dal cielo, che gli consentirebbero  di concludere il passaggio amministrativo e anche di gestire con più serenità la campagna di ostruzionismo  e boicottaggio che la regione Marche sta ancora attuando contro i 7 comuni della Valmarecchia, nonostante il fatto che l’alta Valmarecchia faccia già parte da un anno della provincia di Rimini. Questo passaggio non è stato ancora ben metabolizzato dalla provincia di Pesaro e dalla regione Marche.

Per quanto riguarda lo sviluppo turistico della Valmarecchia, il presidente della provincia di Rimini Stefano Vitali ha ribadito il massimo impegno della provincia di Rimini di fare della Valmarecchia un punto di alto livello per quanto riguarda il turismo, sostenendo che l’Alta valle Marecchia non ha niente da invidiare alla Toscana, portando così valore aggiunto all’offerta turistica complessiva del nostro territorio.

Bellaria e la sua “Raffa”

Bellaria e la sua RaffaIl legame esistente fra Bellaria Igea Marina e la nota show-girl  Raffaella Carrà, a dire il vero un pò stagionata, non conosce rallentamenti di sorta, anzi più passa il tempo e più questo legame si consolida.

A Bellaria si sta preparando per il giorno 7 agosto  a Bellaria, a partire dalle ore 21, al polo Est, una versione maxi del Tuca Tuca, il famoso ballo sexy all’acqua di rose che ha reso celebre negli anni 70 Raffaella Carrà. Un evento tutto da vivere per i turisti ospitati dagli hotel Bellaria.

Ci sono però altre iniziative che riguardano Raffaella Carrà. I costumi della grande Raffaella, realizzati per lei dal grande costumista Sabatelli, sono in mostra tutte le sere al Pjazza club. La mostra fino ad ora è stata visitata da un numero discreto di visitatori che sono rimasti ammirati dagli abiti di scena che la Raffaella nazionale indossava negli anni d’oro della sua carriera, specialmente negli anni 70/80.

La mostra dei costuni di Raffaella si completa con la mostra fotografica allestita nelle vie della città dal 18 giugno, mostra che ripropone immagini inedite di Raffa, scattate dalla fotografa Marinetta Saglio.

Per suggellare degnamente i festeggiamenti alla grande Raffa, il comune di Bellaria per il giorno 28 agosto, ha organizzato una maxi lotteria, che si chiamerà la riffa di Raffa. Bellaria e Raffaella Carrà, un binomio inscindibile che si rafforza nel tempo.

La viabilità fra Rimini e Riccione

Si sta muovendo qualcosa per quanto riguarda  la viabilità fra i comuni di Rimini e Riccione. Il muro storico fra Rimini e Riccione, parallelo alla statale Adriatica, è stato buttato giù, nel senso che l’altro pomeriggio è stato aperto alla circolazione il tratto di via Losanna, che a Miramare si collega con via Vercelli, che si trova nel comune di Riccione, località Spontricciolo. Si parla di una cosa che il nostro territorio attendeva da anni, per risolvere l’ annoso problema della viabilità che attanaglia da sempre la nostra zona. Un modo che renderà più agevole raggiungere le discoteche Riccione della zona del Marano dalla città malatestiana. Un primo passo è stato fatto.

Si tratta del sesto lotto del progetto generale del tanto agognato prolungamento di via Roma, da via dei Martiri a Rivazzurra, fino la confine della città, direzione Riccione.

“La nuova strada- ha dichiarato l’assessore ai lavori pubblici del comune di Rimini, Jury Magrini-, rende fruibile un nuovo percorso, alternativo alla strada statale 16 e al lungomare, nel collegamento fra Rimini e Riccione“.

Però la strada non è ancora completata, manca ancora il tratto 4-5, tra via Parigi e via Losanna, trattasi di un intervento da 6,5 milioni di euro, che però per il momento sono bloccati dal patto di stabilità, imposto dal governo agli enti locali, che però assume le sembianze  di una spada di Damocle,  nel senso che impedisce agli enti locali di fare  investimenti utili per la comunità.

Il torneo delle biglie da spiaggia

La riviera romagnola, offre proprio di tutto, dalle cose importanti alle cose minimali, che però in contesto di “volume”, fanno la differenza e determinano anche una certa qualità dell’offerta turistica, quella che pone anche  molta attenzione ai minimi dettagli, come in questo caso.

Dopo il grande successo ottenuto lo scorso anno, torna anche per quest’anno il torneo internazionale delle biglie da spiaggia, che fino al mese di settembre toccherà le più importanti località della nostra riviera.

Si giocherà in oltre 250 bagni da Rimini fino a Bellaria, e i partecipanti saranno di tutti i tipi, dai bambini fino agli adulti; per quest’anno ci sarà una novità in più, oltre al tradizionale torneo tra i turisti, ci sarà pure il torneo fra i bagni, con vere e proprie squadre degli stabilimenti balneari che si sfideranno fino alla vittoria finale. Ogni squadra adotterà un prodotto Dop o Igp della nostra zona, non solo per difendere le tradizioni della nostra zona, ma anche rilanciare la sinergia fra costa e entroterra che sarà la carta vincente in chiave turistica per il rilancio della nostra riviera.

Infatti in ogni spiaggia di Rimini e dintorni, ovunque ci sarà la gara si potranno assaggiare e conoscere i prodotti tipici della Romagna, a cominciare dai prodotti dell’entroterra riminese, come l’olio, il vino  e il formaggio.

Sagre
Search
Pagine
Recent Comments